Es wird gekritzelt...auf Herbstblätter
die alte Rosskastanie ist ein Geisterbaum
Schiff ahoi - mit dem Nussboot
Making Music - selber Musikinstrumente basteln
Mit Äpfeln drucken

Dienstag, 24. Februar 2015

Oggi incontro…Manuela da parisfamily


Da un’anno a questa parte, i gufi portafortuna, i dolci cuori di Valentino o i deliziosi gelati con bastoncino sono solidi componenti della tua serie „Fantastiche idee“. 
Manuela e sua figlia fanno insieme fantastici lavoretti di bricolage, facili da riprodurre e belli da esporre. 
Un portale Museo-shop dove scaricare i dati senza costi di stampa! Inoltre ha creato una nuova rubrica dove espone libri illustrati in lingua italiana. 
Da inizio dicembre guida un laboratorio creativo in collaborazione con Migros Ticino e ticinoperbambini.ch in Ticino.
Manuela vive, insieme al marito e alla loro figlia (5), in Ticino, dove lavora anche come Graphic design.

- Qual è l’origine del nome del Blog „parisfamily“ ?
Oltre ad essere il nostro cognome, “Paris” (la capitale francese) è anche la nostra città del cuore! Con la nascita di nostra figlia Sophie siamo diventati una famiglia: la parisfamily che dà il nome al blog!

- Dove si trova il tuo tavolo di lavoro?
Il mio tavolo da lavoro si trova nello studio, a casa nostra. Consiste in due tavoli bassi (uno a misura di bambino, l’altro a misura di mamma sempre china!), dove Sophie ed io ci dedichiamo alle attività manuali armate di forbici, colla, colori, perline e fantasia!


- Quale macchina e quale illuminazione usi per fotografare?
Per realizzare delle fotografie di qualità ho comprato recentemente una Nikon D300, anche se sto ancora imparando ad usarla al meglio. Mi sono rivolta a un fotografo per farmi consigliare un apparecchio semi professionale che potessi usare con facilità. Per ora, però, la maggior parte delle immagini che ho pubblicato sul blog sono state realizzate usando semplicemente l’iphone.

- Quali sono i materiali con cui preferisci lavorare? E quali sono gli strumenti più utilizzati nel tuo lavoro?
Essendo grafica, il materiale che prediligo è sicuramente la carta, che offre infinite possibilità creative; gli strumenti con i quali lavoro di solito sono i più comuni, quelli che si trovano in tutte le case. Credo che l’elemento essenziale del mio lavoro sia la semplicità: propongo lavoretti semplici da realizzare coi bambini e facili da capire per gli adulti, grazie al supporto di immagini che illustrano passo dopo passo come procedere. Semplicità, molto spesso significa bellezza, leggerezza! Per realizzare i lavoretti presentati sul blog non occorre essere grandi artisti; basta sapersi ritagliare un piccolo spazio di tempo da condividere con i propri bimbi e divertirsi con loro. Il risultato è garantito anche per chi ha poca dimestichezza con le attività manuali: l’importante è mettersi in gioco, col sorriso! Provare per credere…

- Quando trovi il tempo per le creazioni giornaliere del tuo blog?
Trovo sempre il tempo per dedicarmi al blog. Spesso, ahimè, mi manca il tempo per fare tutto il resto!

- Qual è stato l’evento o il libro che ti ha ispirato per la serie "raccontami che cresco“?
La rubrica “Raccontami che cresco” è nata dall’amicizia con Chiara, anche lei amante di libri per bambini, appassionata lettrice e mamma. A furia di consigliarci letture a vicenda, abbiamo pensato di contagiare altri genitori e altri bimbi. Perciò, ogni mese, ci divertiamo a pubblicare qualche fotografia e la recensione (redatta e curata da Chiara) di un libro che abbiamo amato. Le storie che proponiamo sono vero nutrimento per i bambini. Sane e gustose come una buona merenda dopo l’asilo o la scuola… Leggendo insieme si osserva, ci si interroga, si racconta e si cresce: è un altro modo semplice di dedicare un momento prezioso ai nostri figli! 


- Dove trovi fonte per le tue ispirazioni?
Le mie fonti d’ispirazione sono molteplici e diverse: passeggiare col nostro cane, occuparmi del giardino, delle piante, dei fiori e osservare la natura, che è un’ottima consigliera, mi rilassa. Inoltre, a stretto contatto con mia figlia e i suoi amici, traggo spunto dai gusti e gli interessi dei bambini stessi, ma mi piace anche curiosare qua e là nel web e leggere libri o riviste che si occupano di attività creative. 

- Qual è il tuo progetto preferito al momento? Se puoi farmi questa confidenza…
Abituata a lavorare sola o con mia figlia, l’esperienza degli atelier Migros mi ha permesso di “scendere in campo” e di “abbattere la barriera dello schermo” per raggiungere i bambini e lavorare direttamente con loro. È stato molto arricchente!

Cara Manuela, grazie mille  per le tue risposte.

Sotto www.parisfamily.ch la si può trovare sia sul RSS-feed-Lista di lettura che nella ricerca Internet e nel caso in cui si voglia scriverle un’email, l’indirizzo è paris.familyblog(at)gmail(dot)com. 

Per mezzo della rappresentazione grafica ci capiamo perfettamente senza parole. Io parlo un po’ d’italiano, Manuela poco tedesco. Per questa intervista ho chiesto alla mia collega Lucia di tradurmi il testo. Grazie di cuore!

Das Interview auf Deutsch gibt es HIER nachzulesen.

Update 8.3.15: Heute bin ich bei Manuela zu Gast: ParisFamily/schaeresteipapier

Keine Kommentare:

Kommentar veröffentlichen